Etica e Sviluppo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in Etica & Sviluppo

Google ammette: "Vi abbiamo spiati, ma per errore"

E-mail Stampa PDF
Questa è stata una settimana particolarmente turbolenta sul fronte della privacy online: specialmente la serie di notizie, smentite, dichiarazioni chiarificatrici che si sono susseguite sul caso della configurazione dei privacy settings di Facebook (discusso in un nostro precedente articolo) ha finito per togliere il sonno a più di un internauta.
Ma giunti proprio alle soglie del venerdì (come dicono gli americani “Thank God It's Friday”) ecco riaccendersi un ulteriore caso, riguardante stavolta il noto motore di ricerca Google.
A quanto pare Google ha raccolto per quattro anni (dal 2006 a oggi) in circa 30 paesi, il traffico generato su reti WiFi non protette, ovvero le connessioni wireless che  molti di noi hanno nelle proprie case e di cui spesso ci dimentichiamo di “chiudere” opportunamente all’esterno abilitando gli appositi strumenti di crittografia. Da notare che molti utenti non sono neppure consapevoli dei problemi di sicurezza insiti nelle reti wireless, ricevono semplicemente il router impacchettato dal fornitore del servizio di collegamento a internet, lo accendono e navigano, il tutto assolutamente “in chiaro” senza rendersi conto dell’enorme falla di sicurezza che hanno appena generato.
 

La grande fuga da Facebook

E-mail Stampa PDF
Fin dalla sua comparsa sulla scena tecnologica, il 4 Febbraio 2004, Facebook ha riscosso un enorme successo, attirando a se, insieme ad una enorme base di utenti, l'attenzione dei media tradizionali.
In pochi anni Facebook è diventato il secondo sito più popolare del web (immediatamente dopo il motore di ricerca Google), e uno strumento di comunicazione ampiamente utilizzato.
Facebook rientra a pieno titolo nella categoria dei social network, ovvero siti e servizi che permettono, dopo la creazione di un account personale, con relativo profilo, di collegare alla propria identità virtuale i profili di altri utenti (i cosidetti "amici"), che possono così condividere contenuti in tempo reale con noi (commenti, immagini, multimedia etc...).
 


Pagina 56 di 56

Login

Registrandoti potrai contribuire ai contenuti del sito, scrivendo i tuoi articoli.

Sondaggi

Quali argomenti vorresti che fossero approfonditi su questo sito web ?
 

Chi è online

 37 visitatori online